Fnsi-Usigrai: bene Fico, riforma entro scadenza cda

Ci auguriamo che tutte le forze politiche rispondano all’appello del Presidente della Camera Roberto Fico per la riforma della Rai e nuove norme sui conflitti di interesse.

È importante che si riesca a varare nuove regole per il Servizio Pubblico in tempo per la scadenza dell’attuale Consiglio di Amministrazione, e arrivare così a nominare i nuovi vertici con criteri nuovi che garantiscano autonomia e indipendenza dai partiti e dai governi.

I testi esistono, sono per buona parte convergenti, serve solo la volontà politica dei partiti di trovare una sintesi, di approvarli e di farlo in maniera urgente.

Usigrai e Fnsi

Assisi, il ricordo di Giancarlo Siani al Cortile di Francesco

In occasione dei 35 anni dall’omicidio camorristico del giornalista Giancarlo Siani avvenuto il 23 settembre del 1985, al Cortile di Francesco i frati del Sacro Convento di Assisi ricorderanno il suo lavoro e il suo impegno per la verità e la giustizia.

Il direttore della Sala Stampa del Sacro Convento, Padre Enzo Fortunato, e il Presidente della FNSI, Beppe Giulietti, si collegheranno domani alle 15 dalla Sala Stampa della Basilica di San Francesco con Paolo e Ludovica Siani, rispettivamente fratello e vicepresidente della fondazione Giancarlo Siani, per parlare della figura, del coraggio e di ciò che ancora “vive” del giornalista napoletano.

L’evento verrà trasmesso in streaming su questo sito, su www.sanfrancesco.org e su www.cortiledifrancesco.it e sui canali social della manifestazione (Facebook e youtube) dai quali sarà possibile seguire e condividere gratuitamente l’incontro.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI
WEB –  www.cortiledifrancesco.it

Rete unica, Di Trapani: Rai sia garante della neutralità

Sono molto soddisfatto della decisione assunta oggi dal Consiglio di Amministrazione della Rai.

Da giorni sollecitavamo una forte presa di posizione, e oggi è arrivata.

La Rai ha il ruolo, le risorse e anche le professionalità per sedersi al tavolo della Rete Unica come garante della neutralità della rete a tutela dei cittadini.

Vittorio di Trapani
Segretario Usigrai

Sempre a fianco di tutti i giornalisti minacciati

Nei confronti di chi molesta la Costituzione non ci può essere tolleranza alcuna.

In questi giorni si sono moltiplicati insulti nei confronti del Presidente della Fnsi, Beppe Giulietti, e di diversi cronisti che, esercitando il loro lavoro, hanno direttamente e indirettamente difeso i valori antirazzisti e antifascisti della nostra Costituzione attraverso la verità dei fatti.

La matrice di questi attacchi è sempre la stessa: odiatori da tastiera, e nemici della Costituzione antifascista e antirazzista.

Ci uniremo alla Fnsi per tutti gli esposti necessari ad individuare i responsabili e come sempre siamo e saremo al fianco di tutti i giornalisti minacciati.

Esecutivo Usigrai

Bielorissia, Usigrai-Fnsi: ‘Grave espulsione inviate Rai’

L’espulsione delle inviate della Rai – Maria Gianniti del Tg1 e Emma Farnè di Rainews 24 – e di altre testate internazionali dalla Bielorussia segnala la gravità della situazione che si sta determinando alle porte dell’Europa dopo le recenti elezioni il cui esito non è riconosciuto dalle istituzioni europee.

Usigrai e FNSI ritengono come sempre inaccettabile ogni bavaglio che il potere tenta di mettere al diritto dei cittadini di essere informati.

Chiediamo al governo e all’Unione Europea di intervenire con determinazione affinché vengano ripristinate le condizioni per poter esercitare quel diritto-dovere all’informazione che a nostro avviso rientra tra i capitoli fondamentali delle relazioni internazionali delle nostre istituzioni e della libertà dei cittadini.

Il Tg1 ha dato tutte le notizie

Il Segretario della Lega Matteo Salvini torna ad attaccare la principale Testata del Servizio Pubblico con toni insultanti che il Cdr ritiene gravemente lesivi della professionalità dei giornalisti del Tg1. L’accusa di Salvini parte da presunte omissioni del Tg1 circa le responsabilità del presidente del Consiglio Conte in relazione alla mancata istituzione delle zone rosse ad Alzano e Nembro, e sfocia in una richiesta di dimissioni del direttore del tg1 Carboni e di quella che lo stesso Salvini definisce con un’espressione al limite dell’ingiuria, “la sua cricca”.

Il Cdr del Tg1 e l’Usigrai difendono e confermano la professionalità dei colleghi che hanno correttamente dato tutte le notizie in questione e chiedono con forza che il livello del confronto torni ad essere civile e responsabile, anche per allontanare il sospetto di trovarsi di fronte ad una vera e propria campagna di delegittimazione del Tg1 e del Servizio Pubblico.      

Cdr Tg1 e Esecutivo Usigrai     

Addio a Valeria Capezzuto

Valeria CapezzutoLa redazione della TgR della Campania, le giornaliste e i giornalisti della Rai, e tutto il giornalismo campano piangono la scomparsa di Valeria Capezzuto, esempio di professionalità e donna dalle straordinarie doti umane.

Valeria ci ha lasciati a 63 anni, dopo una lunga e dolorosa malattia che non le aveva spento il sorriso e la naturale predisposizione al garbo e alla gentilezza verso gli altri, qualità che hanno sempre contraddistinto anche il suo lavoro.

Alla famiglia l’abbraccio dei colleghi che l’hanno amata.

Napoli, 9 agosto 2020

- Cdr Tgr Rai Campania
- Usigrai
- Sugc

Solidarietà ad Angela Caponnetto

Una giornalista del servizio pubblico ha il dovere di raccontare i fatti in qualsiasi circostanza. Il nuovo attacco da leoni da tastiera ad Angela Caponnetto siamo certo che non fermerà il suo lavoro che illumina le zone d’ombra degli invisibili e dei migranti.

Il Cdr di RaiNews24 d’intesa con USIGRai e Fnsi è al suo fianco pronto a costituirsi parte civile anche in Tribunale per difendere l’articolo 21 della Costituzione.

È stato già allertato l’Osservatorio sui cronisti minacciati.

Addio a Sergio Zavoli, scompare un maestro di giornalismo

La cultura italiana perde oggi un pilastro. Sergio Zavoli è stato un esempio e un maestro di giornalismo. Un autentico e profondo difensore della Rai Servizio Pubblico.

Ha segnato la storia dell’informazione in Italia.

Siamo certi che la Rai saprà trovare il modo migliore per rendere omaggio a una personalità che ne ha onorato tutta la vita il servizio.

Esecutivo Usigrai

Errori capitano a tutti, ma perché al Tg2 sono monodirezionali?

Bene ha fatto la Direzione del Tg2 a scusarsi per il clamoroso errore di ieri su uno dei passaggi più delicati dell’attuale legislatura.

Errori capitano a tutti.

Ma forse bisognerebbe interrogarsi sul fatto che gli errori del Tg2 siano monodirezionali.

Ieri sull’autorizzazione a procedere su Salvini.

In passato sull’omissione sull’astensione del centrodestra alla costituzione della Commissione Segre.

Oppure sulla citofonata di Salvini a quello che il Tg2 definì “spacciatore tunisino”, salvo dover poi correre ai ripari con una rettifica.

O ancora al ricorso a titoli come “clandestino” in violazione della Carta di Roma.

Errori monodirezionali da parte di un Direttore che – all’indomani delle elezioni politiche di marzo 2018 – pubblicò un post con un selfie accanto a Salvini con il titolo “amici”.

Abbiamo difeso con convinzione il Tg2 dalle interferenze dell’AgCom nell’autonomia editoriale e da una delibera pericolosa.

Ma – come dicemmo allora – la questione editoriale esiste.

Ed è di competenza di chi è titolato a vigilare che questa sia in armonia con linee, principi e valori del Contratto di Servizio, ovvero il Consiglio di Amministrazione.

Mi chiedo se l’Amministratore delegato, il Presidente, e i Consiglieri di Amministrazione abbiano qualcosa da dire.

Esecutivo Usigrai

Si restituisca alla Rai il maltolto

Il canone Rai? Prima si restituisce il maltolto. E così finalmente si potrà parlare di tetti pubblicitari, ovviamente insieme al Sic e ai limiti antitrust.

A meno che non si voglia far passare come conquista il fatto di restituire alla Rai soldi che già dovevano essere da anni del Servizio Pubblico, e giustificare così una cortesia fatta ad alcuni privati.

Inoltre se vogliamo fare una discussione seria, bisogna farla ricordando alcuni fatti:

1- alla Rai è stato tolto il 5% in maniera strutturale;

2- sottratto anche il 50% dell’erroneamente definito “extragettito”;

In totale 200 milioni di euro all’anno che spettano alla Servizio Pubblico da anni.

3- la Rai attende il versamento di 80 milioni previsti dalla Legge di Bilancio e incomprensibilmente ancoda non versati dal governo;

4- nel 2014 sono stati tolti 150 milioni alla Rai, con una norma su cui pende giudizio di costituzionalità.

5- la Rai ha il canone più basso d’Europa. E il numero più basso di giornalisti in proporzione alle ore di trasmissioni autoprodotte.

Esecutivo Usigrai

Ustica, Usigrai e Fnsi: no a interferenze su programmazione Rai

Tutti gli anni, puntualmente, alla vigilia dell’anniversario della Strage di Ustica ricominciamo gli attacchi e i tentativi di delegittimazione nei confronti dei giornalisti. 

A 40 anni di distanza, ancora c’è chi ha paura della verità. 

2 anni fa, aprimmo il congresso dell’Usigrai andando al Museo della Strage, a rendere omaggio alle 81 vittime, e a promettere loro e ai loro familiari – rappresentati da Daria Bonfietti – che avremmo sempre sostenuto la lotta per la verità. 

Il primo modo per farlo è difendere la libertà dei giornalisti di indagare, scavare, denunciare.

Un impegno che ribadiamo oggi con forza, respingendo al mittente ogni tentativo di bavaglio, fino a che non sapremo – come ci disse quel giorno Daria Bonfietti- “chi ha potuto abbattere un aereo civile in tempo di pace”.

L’Usigrai, insieme alla Fnsi, si opporrà in ogni sede a qualunque interferenza sulla programmazione già decisa dalla Rai.

Vittorio di Trapani segretario Usigrai