Di Trapani: sì a piani di riorganizzazione, ma più informazione

“Siamo disponibili a piani di riorganizzazione, ma diciamo no alla riduzione dell’informazione Rai, che anzi deve essere potenziata. Dobbiamo aprire il tema dell’approfondimento delle reti, che va fatto dalle testate giornalistiche”. Nel corso dell’audizione in Vigilanza Rai sul contratto di servizio, il segretario dell’Usigrai Vittorio Di Trapani risponde così al presidente della Commissione parlamentare che gli chiedeva se non fossero troppe tre testate giornalistiche più una all news .

“Serve riorganizzare il territorio – evidenzia il sindacalista - e noi riteniamo di riorganizzarlo in modo più agile e più rispondente alle esigenze del territorio regionale, innanzitutto coprendolo tutto. Ecco perché l’idea che l’organizzazione sia asserragliarsi nei capoluoghi di regione per le sedi regionali è sbagliata. Sono sedi regionali e quindi la copertura non può essere solo del capoluogo di regione, ma di tutto il territorio regionale.
Per farlo meglio e a costi sostenibili, serve discutere di figure professionali, mezzi e innovazione tecnologica. L’Usigrai lo chiede ed è disponibile a farla anche da domani mattina, purché sia chiaro l’obiettivo e cioè una migliore e più profonda copertura dell’intero territorio nazionale”.

Il testo integrale dell’intervento di Vittorio di Trapani in Commissione parlamentare di Vigilanza della Rai

Il video integrale dell’audizione USIGRAI e ADRAI in commissione parlamentare di Vigilanza della Rai