Archivi

HomeNo breadcrumbs

Rispetto all'affermazione fatta dal direttore Enrico Mentana nell'intervista pubblicata oggi da La Stampa: "Nessuna Usigrai si è mai lamentata del fatto che tre anni fa c'era un unico partito di opposizione", l'Esecutivo Usigrai ricorda che all'indomani dell'elezione del Cda Rai guidato da Fuortes, uscì pubblicamente con una presa di posizione netta, rispetto al fatto che …

L’Assemblea dei Cdr e dei fiduciari della Rai proclama a larghissima maggioranza (8 voti contrari e un astenuto) lo stato di agitazione e affida a Usigrai un pacchetto di 5 giorni di sciopero. L’Assemblea contesta la volontà di trasformare il Servizio Pubblico nel megafono dei partiti, e all’azienda gli accorpamenti di testate calati dall’alto che …

ENTRA ANCHE TU A FAR PARTE DEGLI AMBASCIATORI DELLA FONDAZIONE ANTONIO MEGALIZZI PER PORTARE IL MESSAGGIO DI ANTONIO IN TUTTE LE SCUOLE: ESSERE CITTADINE E CITTADINI EUROPEI CONSAPEVOLI, INFORMATI E DOTATI DI SENSO CRITICO. Antonio Megalizzi è stato un giovane giornalista, fondatore e caporedattore del format radiofonico Europhonica. Un “artigiano della parola” che sceglieva con cura …

Indiscrezioni di stampa danno per imminente l'addio alla Rai anche di altri due volti importanti dell'azienda, Sigfrido Ranucci e Federica Sciarelli. Due professionisti che per Usigrai sarebbero una perdita ancor più dolorosa perché si tratta di giornalisti interni da sempre impegnati nella ricerca della verità attraverso inchieste che hanno fatto la storia dell'azienda. Peraltro, è …

Il sito di Repubblica nel titolo del podcast di Massimo Giannini "Circo Massimo" titola: "Amadeus saluta TeleMeloni e la destra mantiene la promessa: fuori i migliori, restano solo i servi". Un insulto gratuito, un titolo inaccettabile che peraltro usa un epiteto che l'ex direttore si guarda bene dal pronunciare nel podcast. Se - come abbiamo …

La rappresentanza sindacale è fortunatamente libera e normata dalla legge.La Commissione di Vigilanza siamo certi si occuperà della Rai, ma per contrastare i tentativi di trasformarla in megafono dei partiti.Respingiamo con forza i tentativi della politica, soprattutto dei partiti di maggioranza, di condizionare la libertà sindacale dei giornalisti Rai. Usigrai chiede una Rai libera dai …

La presa di posizione di Usigrai sulle modifiche alle regole della par condicio volute dalla maggioranza in commissione di Vigilanza, ha ottenuto, almeno in parte, l'obiettivo sperato. Argomenti cruciali contenuti nella delibera dell'Agcom che ha accolto le nostre preoccupazioni. Una battaglia vinta a tutela dei giornalisti della Rai, del Servizio Pubblico e della cittadinanza. Una …

L'Usigrai esprime il proprio plauso per la scelta dell'Agcom di non accogliere le modifiche varate dalla maggioranza di governo in commissione di vigilanza che avrebbero consentito agli esponenti dell'esecutivo di parlare nei talk senza limiti di tempo e senza contraddittorio. Bene anche lascelta di Agcom di non prevedere una mera valutazione cronometrica del tempo di …

"La maggioranza di governo ha deciso di trasformare la Rai nel proprio megafono. Lo ha fatto attraverso la Commissione di Vigilanza che ha approvato una norma che consente ai rappresentanti del governo di parlare nei talk senza vincoli di tempo e senza contraddittorio. Non solo, Rainews24 potrà trasmettere integralmente i comizi politici, senza alcuna mediazione …

Il servizio pubblico ridotto a megafono del Governo. Ministri e sottosegretari non avranno alcun vincolo di tempo nei programmi e potranno dire ciò che vorranno purché riferito all'attività istituzionale.Con la norma approvata dalla maggioranza di governo in commissione di Vigilanza, nei programmi di approfondimento giornalistico della Rai, si ritorna all'Istituto Luce. Ai soli rappresentanti del …